Monthly Archives: giugno 2018

ADHD- Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività- Bari Ottobre 2018

ADHD

“Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività”

Istituto Margherita – Corso Benedetto Croce, 267 – BARI

Calendario: 13_20_27 ottobre 2018 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Durata  in ore 25

Abstract

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, quest’ultimo meglio conosciuto come ADHD, saranno le tematiche affrontate all’interno delle giornate di aggiornamento rivolte a tutte quelle figure che lavorano quotidianamente con i bambini e che hanno la possibilità di riconoscere in tempo le problematiche e le difficoltà di apprendimento che comportano entrambi.

È noto ormai che la dislessia rappresenta un fenomeno di grande impatto sociale, interessa principalmente i bambini in età scolare ed è un disturbo specifico dell’apprendimento della lettura che causa, nel soggetto coinvolto, una difficoltà nel rendere automatica la corrispondenza fra i segni grafici e i suoni (vocali e consonanti).La sua specificità è data dall’interessamento di alcune funzioni cognitive in assenza di un disturbo generalizzato dell’intelligenza. Sostanzialmente un bambino dislessico è considerato un bambino del tutto integro dal punto di vista della sua intelligenza. Nello stesso tempo, tuttavia, raramente si osserva la sola difficoltà di lettura: un bambino dislessico infatti quasi sempre commette gravi errori ortografici, errori nella scrittura o nella lettura dei numeri e nell’esecuzione di calcoli mentali e scritti, a volte scrive con una calligrafia incomprensibile.In poche parole leggere e scrivere che sono due azioni così semplici ed automatiche diventano un problema insormontabile per un bambino dislessico, e per un adulto (insegnante/genitore) risulta difficile comprendere le difficoltà del proprio bambino.

L’incidenza della dislessia nella popolazione scolastica italiana probabilmente è del 4% e a questa percentuale va ad aggiungersi un ulteriore percentuale di bambini che oltre alla dislessia sviluppano anche il disturbo da deficit di ADHD, un disturbo evolutivo dell’autocontrollo. Esso include difficoltà di attenzione e concentrazione, di controllo degli impulsi e del livello di attività. È bene precisare che non è una normale fase di crescita e nemmeno il risultato di una disciplina educativa inefficace, ma è un vero problema per l’individuo stesso, per la famiglia e per la scuola.

È quindi importante che si abbiano sempre maggiori conoscenze e strumenti per gestire le problematiche cognitive e comportamentali dei soggetti affetti da dislessia e/o da ADHD.

Finalità

Finalità del corso è divulgare il concetto di dislessia, di disturbi specifici dell’apprendimento, di ADHD e soprattutto fornire gli strumenti opportuni per effettuare una diagnosi precoce, in quanto quest’ultima costituisce un obiettivo importantissimo perché accelera eventuali interventi riabilitativi, con conseguente attenuazione o modificazione del disturbo neuro funzionale. Particolare attenzione sarà attribuita al disturbo dell’ADHD in quanto si vuole fornire alle figure che operano quotidianamente con i bambini gli strumenti conoscitivi sull’ADHD, anche alla luce delle più recenti novità provenienti dalla ricerca scientifica. Verranno presentate alcune strategie per la gestione dell’attenzione e delle difficoltà comportamentali, proposte di interventi psicoeducativi, ma anche strumenti di valutazione e intervento specifici per i clinici, accanto a programmi, come quelli di parent training, che prevedono un primario e forte coinvolgimento dei genitori.

Obiettivi

Obiettivo trasversale dell’evento formativo è far acquisire le competenze specifiche per il riconoscimento dei sintomi sia della dislessia che dell’ADHD, ma soprattutto fornire le abilità pratiche per poter progettare un percorso riabilitativo che sia specifico per ogni caso e che coinvolga tutte le diverse figure che ruotano intorno al bambino, quindi genitori, insegnanti, logopedisti e psicologi.

Programma

Lezione 1_13 Ottobre 2018

Mattina

  • ADHD: caratteristiche, decorso, valutazione del Disturbo, comorbilità

Pomeriggio

  • Casi clinici

Lezione 2_20 Ottobre 2018

Mattina

  • ADHD A SCUOLA: strutturazione dell’ambiente, metodologia didattica, adattamento libro di testo

Pomeriggio

  • strategie di gestione del comportamento

Lezione 3_27 ottobre 2018

Mattina

  • ADHD E INTERVENTO COGNITIVO COMPORTAMENTALE: parent e teacher training, lavoro su autoregolazione e impulsività, intervento su abilità interpersonali

Pomeriggio

  • Casi clinici

Docenti: Dott. Fulvio D’Amico; Dott.ssa Francesca Felicia Operto

Quota di iscrizione: €180,00, pagabili con la Carta del docente o con bonifico!

Coordinate Bancarie: Bonifico Bancario: IBAN IT 95 R 05385 76090 000000003022  – Banca Popolare di Puglia e Basilicata –  Filiale di Battipaglia  (SA) –intestato Associazione Sophis   Via Brodolini, 2  – 84091 Battipaglia  (SA).

Ente formatore:Associazione Sophis

Per informazioni ed iscrizioni: Associazione Sophis, Viale Brodolini n. 2 – 84091 Battipaglia (SA) Tel. 0828333337 – Fax 08281733054 – www.sophis.biz – info@sophis.biz – Presidente: Dott. Botta Marco

Scarica la Locandina

Modulo di iscrizione

 

Verfica

L’APPLICAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEL SETTORE SANITARIO

Corso di aggiornamento ECM

 L’APPLICAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO

SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEL SETTORE SANITARIO

15, 16, 22, 23 Giugno 2018

Associazione Sophis – Viale Brodolini, n. 2 – Battipaglia (SA)

PREMESSA

Il nuovo Regolamento europeo (2017/679) in materia di protezione dei dati personali, emanato nel maggio del 2016 e che diventerà definitivamente applica­bile in via diretta in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018, rappresenta un salto di qualità nei rapporti del cittadino e nello sviluppo di servizi digitali, nel sistema delle responsabilità e nell’implementazione di misure di sicurezza a protezione dei dati personali.

Ai cittadini si riconoscono: il diritto alla portabilità dei dati, il diritto all’oblio, il diritto di essere informato in modo trasparente sui trattamenti effettuati sui suoi dati e di controllare, il diritto di essere informato sulle violazioni dei propri dati personali (Data breach). Alle strutture sanitarie viene assegnata una forte responsabilizzazione, un approccio proattivo, la protezione dei dati personali diventa un asset strategico, che deve essere valutato già nel momento di progettazione di nuove procedure, prodotti o servizi, (principi Data protection by design e Data protection by default) senza complicanze burocratiche. Inoltre, la struttura ha l’obbligo di effettuare una valutazione dell’impatto (Privacy Impact Assessment), dei trattamenti previsti dal Regolamento, con puntuale e documentata analisi dei rischi per i diritti e le libertà degli interessati. Viene introdotto il Principio di accountability (obbligo di rendicontazione), per cui la struttura deve dimostrare di avere adottato le misure di sicurezza adeguate ed efficaci a protezione dei dati e la conformità dei trattamenti con i principi e le disposizioni del Regolamento europeo. Infine, il Regolamento introduce la nuova figura del Data Protection Officer (Re­sponsabile della protezione dei dati personali). Il DPO deve essere in possesso di specifici requisiti: competenza, esperienza, indi­pendenza e autonomia di risorse, assenza di conflitti di interesse e dovrà presidiare i profili privacy organizzativi attraverso un’opera di sorveglianza sulla corretta applica­zione del Regolamento europeo, della normativa privacy e sulla normativa interna, sull’attribuzione delle responsabilità, informazione, sensibilizzazione e formazione del personale, informazione, consulenza e rilascio di pareri.

FINALITA’ DEL CORSO

La necessità di aggiornare gli esercenti le professioni sanitarie riguardo al nuovo assetto della responsabilità professionale costituisce la base di questo evento formativo, strutturato con l’intento di fornire ai partecipanti le conoscenze per effettuare operazioni di trattamento dei dati personali in perfette condizioni di sicurezza e anche per ricostruire un nuovo equilibrio nel rapporto tra professioni sanitarie e paziente. Il nuovo Regolamento inoltre prevede numerosi adempimenti che richiedono una disamina approfondita e una pianificazione metodica e strutturata delle attività da svolgere.

OBIETTIVI

 Il corso ha l’obiettivo di fornire gli strumenti indispensabili per trattare – ai sensi dell’attuale disciplina sulla protezione dei dati personali – i dati sanitari e sensibili quali sono quelli dei pazienti. Il D.Lgs. 196/2003, il Codice della Privacy, risulta notevolmente modificato ed integrato dal nuovo Regolamento europeo ed è in fase di emanazione un nuovo decreto legislativo da parte del Governo italiano.

Il Garante per la Protezione della Privacy ha chiarito che il trattamento dei dati per gli operatori sanitari deve rientrare tra le materie di studio della professione poichè non è possibile curare un paziente senza utilizzare correttamente tutte le informazioni che lo riguardano.

 CONTENUTI DEL CORSO

  • I principi generali del REGOLAMENTO UE 2016-679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016.
  • La definizione di dato personale e le nuove categorie di beni personali. La definizione di trattamento, dato genetico, biometrico e profilazione.
  • Le novità contenute nel Regolamento: il Registro dei trattamenti, la Valutazione di impatto (DPIA: Data Protection Impact Assessment), la violazione dei dati (Data Breach) e il diritto alla portabilità dei dati.
  • Il Data Protection Officer (DPO): condizioni, requisiti, funzioni e responsabilità.
  • La necessità di adeguamento del Codice della privacy al Regolamento UE.
  • Il diritto di accesso ai propri dati e il diritto all’oblio: rafforzamento della tutela del soggetto interessato.
  • Le misure di sicurezza: informatiche e organizzative.
  • L’analisi dei rischi e il comportamento dei lavoratori.
  • Le responsabilità in caso di omissione della loro adozione.
  • La violazione della privacy e il sistema sanzionatorio: come cambia.
  • Le responsabilità e i soggetti passibili di sanzioni.
  • La tipologia delle sanzioni: penali, amministrative e il risarcimento dei danni.
  • Il danno all’immagine e alla reputazione.
  • Il rafforzamento delle sanzioni pecuniarie.
  • Fondamenti di liceità del trattamento dei dati.
  • L’informativa.
  • I diritti degli interessati: accesso; cancellazione-oblio; limitazione del trattamento; opposizione; portabilità.
  • Titolare, Responsabile, autorizzato al trattamento.
  • Approccio basato sul rischio del trattamento e misure di accountability di titolari e responsabili: valutazione di impatto, registro dei trattamenti, misure di sicurezza, violazione dei dati personali, nomina di RDP-DPO
  • Trasferimenti internazionali dei dati.
  • Le priorità per le PP.AA.
  • Le priorità per le strutture sanitarie
  • Le priorità per i singoli professionisti sanitari.
  • La designazione del Responsabile della protezione dei dati (RPD)
  • L’istituzione del Registro delle attività di trattamento
  • La notifica delle violazioni dei dati personali
  • La modulistica
  • Redazione di un format di informativa privacy
  • Predisposizione dell’atto di nomina del Data Protection Officer
  • Realizzazione di una griglia di lavoro per procedere al risk assessment
  • Lettere di nomina
  • Elenco dei trattamenti di dati personali
  • Valutazione dei rischi che incombono sui dati
  • DPIA – Data Protection Impact Assessment
  • Informative e richiesta consensi
  • Moduli di trasmissione dati all’autorità di controllo (Garante)

METODOLOGIA

  • Lezioni frontali
  • Discussione
  • Analisi di casi pratici

DESTINATARI

Tutte le professioni sanitarie

 DURATA

N°20 (venti ore)

PROGRAMMA

 1a Giornata (5 ore) 15/06/2018

 POMERIGGIO

Ore 13.45  – Registrazione dei partecipanti e saluto degli organizzatori

Ore 14.00 -16.30

  • I principi generali del REGOLAMENTO UE 2016-679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016.
  • La definizione di dato personale e le nuove categorie di beni personali. La definizione di trattamento, dato genetico, biometrico e profilazione.
  • Le novità contenute nel Regolamento: il Registro dei trattamenti, la Valutazione di impatto (DPIA: Data Protection Impact Assessment), la violazione dei dati (Data Breach) e il diritto alla portabilità dei dati.

Ore 16.30 – 19.00

  • Il Data Protection Officer (DPO): condizioni, requisiti, funzioni e responsabilità.
  • La necessità di adeguamento del Codice della privacy al Regolamento UE.
  • Il diritto di accesso ai propri dati e il diritto all’oblio: rafforzamento della tutela del soggetto interessato.
  • Le misure di sicurezza: informatiche e organizzative.

2a Giornata (5 ore) 16/06/2018

MATTINA

Ore 09.00 – 11.30

  • L’analisi dei rischi e il comportamento dei lavoratori.
  • Le responsabilità in caso di omissione della loro adozione.
  • La violazione della privacy e il sistema sanzionatorio: come cambia.
  • L’applicazione nelle strutture sanitarie

Ore 11.30 – 14.00

  • Le responsabilità e i soggetti passibili di sanzioni.
  • La tipologia delle sanzioni: penali, amministrative e il risarcimento dei danni.
  • Il danno all’immagine e alla reputazione.
  • Il rafforzamento delle sanzioni pecuniarie.

3a Giornata (5 ore) 22/06/2018

POMERIGGIO

Ore:  14.00 – 16.30

  • Fondamenti di liceità del trattamento dei dati.
  • L’informativa.
  • I diritti degli interessati: accesso; cancellazione-oblio; limitazione del trattamento; opposizione; portabilità.
  • Titolare, Responsabile, Autorizzato al trattamento.

Ore: 16.30 – 19.00

  • Approccio basato sul rischio del trattamento e misure di accountability di titolari e responsabili: valutazione di impatto, registro dei trattamenti, misure di sicurezza, violazione dei dati personali, nomina di RDP-DPO
  • Trasferimenti internazionali dei dati.
  • Le priorità per le PP.AA.
  • Le priorità per le strutture sanitarie
  • Le priorità per i singoli professionisti sanitari.

4a Giornata (5 ore) 23/06/2018

POMERIGGIO

 Ore: 09.00 – 11.30

  • La designazione del Responsabile della protezione dei dati (RPD)
  • L’istituzione del Registro delle attività di trattamento
  • La notifica delle violazioni dei dati personali
  • La modulistica
  • Redazione di un format di informativa privacy
  • Predisposizione dell’atto di nomina del Data Protection Officer

Ore: 11.30 – 14.00

  • Moduli di trasmissione dati all’autorità di controllo (Garante)
  • Realizzazione di una griglia di lavoro per procedere al risk assessment
  • Lettere di nomina
  • Elenco dei trattamenti di dati personali
  • Valutazione dei rischi che incombono sui dati
  • DPIA – Data Protection Impact Assessment
  • Informative e richiesta consensi

Ore 14.00

  • Verifica dell’apprendimento (somministrazione questionario)
  • Somministrazione scheda customer satisfaction

 Responsabile Scientifico  e  Docente : Prof. Avv. Assunta Giordano

Provider ECM – Per informazioni ed iscrizioni: Associazione Sophis, Viale Brodolini n. 2 – 84091 Battipaglia (SA) Tel. 0828333337 – Fax 08281733054 – www.sophis.biz – info@sophis.biz – Presidente: Dott. Botta Marco

Modulo di iscrizione

 

Verfica